Grassi e Romanelli (Verdi): “Totale contrarieta’ alla vendita delle quote azionarie di Ataf e allo spacchettamento in due dell’azienda”

I Consiglieri Regionale e Comunale dei Verdi, Mauro Romanelli e Tommaso Grassi, sono stati presenti oggi al presidio organizzato dalle Rsu Ataf sotto Palazzo Vecchio.

“Se la risposta dell´Amministrazione Comunale ai tagli del Governo Berlusconi al trasporto pubblico locale e’ la vendita del 40% delle quote possedute in ATAF e lo `spacchettamento´ in due dell´azienda tra gestione del servizio e proprieta’ degli immobili – afferma il Consigliere Comunale Tommaso Grassi replicando alla risposta dell´Assessore Falchetti alla domanda d´attualita’ su ATAF presentata da Grassi stesso – allora vogliamo chiarire che la nostra contrarieta’ e’ totale ad entrambe le azioni” “Se un´azienda unica viene scorporata in due, delle quali quella che gestisce il servizio di rilevanza pubblica viene privata delle proprieta’ immobiliari, allora vuol dire che qualcosa non va e che le prospettive future mettono in dubbio la qualita’ del servizio, le condizioni di lavoro per i dipendenti e i costi per la collettivita’ e per l´utenza.”

“L´Assessore Falchetti ha dichiarato che ci sono analisi in corso per decidere come operare la scissione tra gestione e immobili, questo significa che la scelta e’ stata gia’ assunta e l´unica discussione riguarda ormai solo il come procedere. Capiamo allora perche’ il Presidente Bonaccorsi in audizione la scorsa settimana in Commissione Controllo aveva gia’ dato per fatta la vendita del 40% delle quote e lo spacchettamento.”

“Cosi’ come siamo contrari alle prospettive di ATAF, anche perche’ non hanno coinvolto minimamente il Consiglio Comunale ne’ sono stati presentati e discussi gli indirizzi programmatici per la societa’, diciamo anche con chiarezza che il servizio deve essere migliorato incentivando l´utilizzo del mezzo pubblico ad esempio attraverso la costituzione di corsie preferenziali. Oppure pensiamo di doverci ispirare all’esempio di altre aziende toscane dove il privato non ha portato nessuna miglioria, facendo gravare sulle tasche della collettivita’ e degli enti pubblici l´intero rischio d´impresa ?”

“Mi domando se questa strategia di Ataf sia coerente con la prospettiva di un’Azienda unica regionale: presenterò presto anche in Consiglio Regionale un’interrogazione sul tema” – conclude il Consigliere Regionale Romanelli.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Condividi la protesta. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...